esempio di modello F24

Modello F24: Dal 2017 le imposte in autoliquidazione, si pagano solo con F24

A partire dal 2017 il modello F23 non potrà più essere usato per il versamento delle imposte in autoliquidazione. Al suo posto dovrà essere utilizzato, esclusivamente il modello F24. Cosa cambiera?

Dal punto di vista economico…nulla! Bisognerà abituarsi però a compilare un nuovo modello, che prevede l’ utilizzo di nuovi codici tributo.

Sarà, dunque, necessario prendere confidenza con i nuovi codici tributo. In questa pagina cercheremo di analizzarli uno ad uno.

Sino a tutto il 2016, è stato possibile, versare le imposte in autoliquidazione anche attraverso l’ F23. In pratica il contribuente poteva decidere se utilizzare il modello F24 o il modello F23. A partire dal primo gennaio 2017, ciò non è più possibile.

Il modello F23 è stato mandato in pensione e al suo posto, si dovrà utilizzare esclusivamente il modello F24.

I nuovi codici tributo per successione

I nuovi codici tributi per il modello F24 sono i seguenti:

TIPOLOGIA DI IMPOSTA CODICE TRIBUTO
Imposta ipotecaria  1530
Imposta catastale  1531
Imposta di bollo  1533
Tassa ipotecaria  1532
Tributi speciali  1538

Quelli riportati sopra sono i nuovi codici per le imposte in autoliquidazione, quindi imposta ipotecaria, catastale, di bollo, tassa ipotecaria e tributi speciali.

Oltre a questi ve ne sono altri codici tributi, che normalmente si pagano quando si usufruisce del ravvedimento operoso e cioè quando, per un motivo qualsiasi, la dichiarazione di successione viene presentata in ritardo, quindi dopo i 12 mesi dalla morte.

Li vediamo nella seguente tabella:

TIPOLOGIA SANZIONE CODICE TRIBUTO
Sanzione imposte e tasse 1535
Sanzione bollo 1536
Sanzione minima Imp. successione A150
 Interessi di mora  1537

Questi, sono, nel complesso i nuovi codici tributo, con i quali dovremo prendere confidenza nei prossimi anni, per quanto riguarda le dichiarazioni di successione. Vorrei fare una precisazione, sul codice A150.

Il suo predecessore, e cioè quello che si inseriva nel modello F23 corrispondeva al codice 672T. Ora questo codice, noterete che non segue lo stesso criterio numerico degli altri e pare che non sia liquidabile con il nostro nuovo modello F24.

Ho chiesto informazioni in merito, alla mia agenzia delle entrate di zona e mi hanno detto che questa sanzione, si potrebbe accorpare a quela appartenente al codice 1535. Vedremo se nel prossimo futuro ci saranno degli sviluppi in merito.

Sempre in merito al nuovo modello F24 e al suo utilizzo, per il versamento delle imposte da autoliquidarsi, trovate altre informazioni anche sul sito visurnet.com, che gestisco da svariati anni.

Il link è il seguente: compilazione del nuovo modello