proroga al 2019 per l' invio telematico della successione

L’ invio telematico della successione slitta al primo gennaio 2019

C’ è ancora tempo per l’ invio telematico della dichiarazione di successione

Con provvedimento n° 305134 del 28 dicembre 2017, il direttore dell’ agenzia delle entrate approva il nuovo modello per l’ invio telematico della successione e contemporaneamente proroga per un altro anno la possibilità di utilizzare ancora il vecchio modello 4.

Questo significa che ancora per tutto l’ anno 2018, si potrà continuare ad utilizzare il doppio binario di presentazione della successione. Il contribuente, dunque potrà ancora scegliere se presentare la dichiarazione di successione per via telematica o in forma cartacea, direttamente presso gli uffici dell’ agenzia delle entrate.

Io credo che questa scelta sia dettata dal fatto che il contribuente non è ancora tanto avvezzo alle procedure telematiche, le quali prevedono la registrazione al sito dell’ agenzia delle entrate (fisconline), L’ uso del software “successionionline”, fornito dall’ ageniza delle entrate, l’ utilizzo di alcuni software di controllo, per verificare la correttezza del file da inviare.

Credo anche, che sarebbe necessario qualche istruzione in più rispetto a quelle che si vedono sul sito dell’ agenzia delle entrate, le quali a volte non sono di semplice interpretazione, nemmeno per i più esperti col computer.

Inoltre il software elaborato dall’ agenzia delle entrate, per predisporre la dichiarazione di successione, mostra alcune lacune. Una è quella dell’ impossibilità di richiedere le copie conformi, che sappiamo vengono richieste dalle banche/poste, quando ci sono da sbloccare delle liquidità che fanno parte della dichiarazione di successione.

E’ probabile, e mi auguro che col nuovo modello telematico, (utilizzabile a partire dal 15 marzo 2018), si possa porre rimedio a questi problemi.